CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Lavoro e Formazione

Cerca nel blog

giovedì 23 novembre 2017

Lavoro: dopo il successo di Milano, il roadshow di Fondo FOR.TE approda a Bologna. L’importanza della formazione per affrontare le nuove sfide del mercato

LAVORO: DOPO IL SUCCESSO DI MILANO, IL ROADSHOW DI FONDO FOR.TE APPRODA A BOLOGNA. L'IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE PER AFFRONTARE LE NUOVE SFIDE DEL MERCATO


  • Oggi a Bologna il roadshow di Fondo For.Te sulla formazione 4.0, dopo il successo della prima tappa milanese. La chiusura a Venezia il 28 novembre
  • Obiettivo dell'evento è "il cambiamento" per rispondere alle nuove sfide del mercato del lavoro alla luce della quarta rivoluzione industriale
  • Da For.Te oltre 500 milioni di euro erogati in formazione per quasi due milioni di lavoratori
Bologna, 23 novembre 2017 – Dopo il successo della prima tappa a Milano, oggi approda a Bologna il "Fondo For.Te. Roadshow", un'iniziativa dedicata a tutte le imprese italiane che desiderano confrontarsi sul tema della crescita aziendale. L'evento è stato organizzato da Fondo For.Te., tra i più importanti fondi interprofessionali delle aziende del settore terziario, leader in Italia nella formazione continua di piccole, medie e grandi imprese.

L'evento, che mescola formazione e intrattenimento, si chiuderà a Venezia il 28 novembre. A condurre gli incontri è Anthony Smith, business coach e speaker motivazionale per aziende del panorama italiano e internazionale.

L'obiettivo è richiamare l'attenzione delle imprese sull'importanza della formazione continua nella realtà complessa e mutevole della quarta rivoluzione imprenditoriale e offrire strumenti adeguati per rispondere alle nuove sfide del settore. Secondo Fondo For.Te, infatti, il processo verso l'impresa 4.0 sarà governabile solo a partire dalla valorizzazione delle risorse umane delle aziende. In questo contesto, la digitalizzazione consentirà di aumentare la capacità produttiva dei lavoratori dotandoli di adeguate competenze professionali.

"Siamo molto soddisfatti del nostro primo evento; siamo riusciti a creare un format innovativo, in grado di coinvolgere un pubblico ampio e trasversale, in particolare il top management di piccole, medie e grandi aziende, sull'importanza dello sviluppo del capitale umano per la crescita di un'impresa", ha dichiarato il Presidente di For.Te. Paolo Arena. "Abbiamo deciso di promuovere questo ciclo di incontri perché riteniamo indispensabile che i lavoratori e il tessuto imprenditoriale italiano si preparino ad affrontare i cambiamenti in atto. 'Impresa 4.0' può rivelarsi una grande opportunità per i cittadini se le politiche rivolte agli investimenti innovativi si accompagneranno a politiche di formazione volte a fornire le nuove competenze richieste dal mondo del lavoro". 

"Fare formazione in maniera utile per i propri dipendenti significa spostare l'attenzione sul ritorno di investimento che un percorso, e non un semplice corso, formativo può portare in azienda", ha affermato il Vice Presidente Luca De Zolt. "Molti imprenditori, direttori e dirigenti di grandi aziende si concentrano solo sui costi della formazione, credendo che una o due giornate di lezioni possano bastare. È necessario, invece, avviare un'attività che monitori anche l'applicazione sul campo degli insegnamenti appresi. Solo così si può pensare di rivoluzionare profondamente la cultura dei vertici aziendali e degli stessi lavoratori".

Al fine di qualificare l'offerta formativa finanziata, For.Te. ha reso ancora più efficiente il supporto fornito attraverso i finanziamenti, nella consapevolezza che per garantire un'adeguata crescita delle realtà produttive e dei profili professionali ci sia bisogno di una formazione meno tradizionale e sempre più tematizzata, legata a competenze certificabili e a processi di apprendimento nuovi e profondamente ancorati alla creazione di esperienze dirette.

In questo senso l'attività svolta in aula, ad esempio, è affiancata dalla formazione in laboratorio e da metodologie finalizzate a stimolare l'interattività. Sempre di più, inoltre, le aziende scelgono la formazione individuale, attraverso modalità formative quali training on the job, coaching, autoapprendimento assistito e formazione a distanza.

Ad oggi, Fondo For.Te. conta oltre 124 mila aziende aderenti per 1 milione e trecentomila lavoratori e ha erogato finanziamenti per più di 500 milioni di euro, ai quali hanno corrisposto, in termini di co-finanziamento da parte delle imprese beneficiarie, oltre 400 milioni di euro. Attraverso i finanziamenti concessi nei soli avvisi pubblici emanati da For.te, sono stati formati quasi 2 mila lavoratori di oltre 60 mila aziende, erogate più di 3,5 milioni di ore di didattica, per un totale di 24 milioni di ore per allievo. For.Te., ha messo annualmente a disposizione delle imprese aderenti una percentuale di risorse oscillanti tra il 92,65% ed il 94,66% sul totale dei bilanci d'esercizio.



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 18 novembre 2017

Trovare lavoro. Fiera del Lavoro ALIG: 66 aziende offrono 300 posti, Procter&Gamble's per la prima a volta nel nordest | 25 novembre, Udine

SABATO 25 NOVEMBRE 2017

12^ Fiera del lavoro ALIg: 66 aziende per 300 posti di lavoro. 

Per la prima volta nel nordest Procter&Gamble e due ospiti d'eccezione. 

Una giornata a teatro dedicata agli incontri e a momenti di intrattenimento. 
  
La fiera del Lavoro FVG batte il proprio record: 66 aziende partecipanti alla ricerca di personale, 1200 persone attese e un totale di circa 300 posti di lavoro disponibili.

Sabato 25 novembre, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine torna ad essere la "casa" della Fiera del Lavoro organizzata da ALig (Associazione dei Laureati in Ingegneria Gestionale dell'Università di Udine) nata 12 anni fa con l'obiettivo di far incontrare domanda e offerta e sostenere l'occupazione giovanile. 

Ogni anno un nuovo primato di numeri ed affluenza sia di studenti e laureati, sia di imprese iscritte che, per partecipare all'evento, devono "mettere sul piatto" da una a più posizioni aperte all'interno dei propri organici.

"L'evento ALig cresce ogni anno e continua ad essere un unicum sia nel panorama regionale sia del nord est. – commenta Marco Sartor, presidente ALig – Quest'anno sfioriamo quota 70 realtà partecipanti, comprovando così valore, qualità e autorevolezza della Fiera del Lavoro del Friuli Venezia Giulia organizzata dalla nostra associazione. Non possiamo che ringraziare la Regione FVG che ci supporta con due fondamentali contributi investendo anche in questo modo nell'occupazione dei nostri giovani e rendendo possibile un'organizzazione ogni anno più strutturata".

I momenti più importanti della giornata
Sabato 25 novembre si inizia ufficialmente alle 13 nel foyer e nelle terrazze delle gallerie del teatro con incontri one to one tra aziende e candidati, con il servizio gratuito di correzione multilingua dei curricula e con il servizio gratuito offerto da un fotografo professionista a disposizione per scattare la foto perfetta per il curriculum.

Alle 16.45 salirà sul palco del Giovanni da Udine Jury Chechi, il "signore degli anelli" italiano, oro olimpico ad Atlanta nel 1996, oggi motivatore in molte aziende. Sarà intervistato dagli studenti dell'ateneo friulano.

Alle 18 si terrà il talk show condotto dal vicedirettore del TG5 Giuseppe De Filippi che ospiterà grandi protagonisti internazionali, italiani e locali del mondo del no-profit con Francesca Moneti (Unicef), Sergio Casartelli (Avis), Marco Lucchini (Banco Alimentare), Massimo Alvaro (Lloyd's Register), Paola Benini (Hattivalab). Sarà un importante occasione di approfondimento dei modelli di business delle imprese no-profit, un tema centrale per milioni di persone che anche nel nostro paese trovano lavoro in questo settore.

Alle 19 il gran finale con Simona Ventura che porterà la propria esperienza di come ha cambiato il modo di fare tv al femminile e di come si è reinventata imprenditrice fondando una web tv.

La giornata si concluderà nel foyer del teatro celebrando le eccellenze del territorio regionale con un aperitivo a base di prodotti friulani della zona di Faedis al costo speciale di 2 euro. Questo momento sarà utile per un'interazione informale tra studenti/laureati, imprese e istituzioni presenti all'evento.

Le aziende
Un nome su tutti: Procter&Gamble's, il colosso multinazionale da 110.000 dipendenti con un portafoglio ampissimo di marchi di largo consumo diffusi in tutto il mondo (Dash, Pantene, Wella, Oral B, Duracell, Gillette, Pringles, ecc) partecipa per la prima volta ad un career day nel nord est del nostro paese con posizioni aperte in tutti i settori in Italia e in Europa per i laureati nelle più diverse discipline.

Gruppo Illiria, azienda italiana di riferimento per la distribuzione automatica con sede a Udine, offrirà il caffè a tutti i partecipanti grazie alla macchina di ultima generazione completamente "touch screen" in cui, per un solo caffè, si può scegliere tutto, dalla misura del contenitore, all'aromatizzazione fino al topping.

Gruppo Autostar farà provare gli ultimi modelli BMW e Mercedes agli aspiranti candidati per liberare un po' di adrenalina tra un colloquio e l'altro.

Tutti i nomi delle aziende partecipanti: ALDI, Alfa Sistemi, AMB, Aussafer due, Automotive Lighting, Magneti Marelli, Autostar, auxiell, Banca Popolare di Cividale, BCC CrediFriuli, Bluenergy, Bosch Freud, BRC, Brovedani, Calligaris, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, CGN, Danieli, Deal, DM Elektron, Electrolux, Ergolines, EURIS, Euronew pubblicità, Eurotech, Fill in the Blanks, Fincantieri, Friul Intagli, Generali, GLP, Gruppo illiria, Humanoid, Ideal Service, il Friuli, innov@ctors, Intertek, KPMG, Lakeside Science&Technology Park GmbH, Lamitex, Lloyd's Register, MEP, Messaggero Veneto, MIB, MM, Procter&Gamble's, Pietro Rosa TBM, Pittini, Pro Consulting, Quin, Regione FVG, Rhoss, Rosa Group, Sacer, Simeon, Sipa, SMS Group, Synthese, Tecnoteca, Telefriuli, TSM, TT Italy, Umana,  Assi.Udine Unipol, Video Systems, Vistra, Wärtsilä.

L'ingresso è gratuito ma l'iscrizione è obbligatoria sul sito www.alig.it


PROGRAMMA
Dalle 13 alle 16:30: seminari, presentazione delle aziende e incontri one-to-one per colloqui e consegna curriculum nel foyer, nelle sale e nelle terrazze delle Gallerie del teatro

Ore 16.45: Jury Chechi è intervistato dagli studenti

Ore 18.00: "No profit: esperienze a confronto": talk Show ALig condotto dal vicedirettore del TG5 Giuseppe De Filippi con Francesca Moneti (Unicef), Sergio Casartelli (Avis), Marco Lucchini (Banco Alimentare), Massimo Alvaro (Lloyd's Register), Paola Benini (Hattivalab).

Ore 19.00: Simona Ventura è intervistata dagli studenti

Ore 20.00: Faedis FVG Expo (aperitivo a base di eccellenze enogastronomiche locali a 2 euro)



Speciale Noi MV
I membri di Noi MV avranno accesso alla Fiera del Lavoro mezzora prima dell'apertura, a partire dalle 12.30 fino ad esaurimento della disponibilità. Per maggiori informazioni e per le iscrizioni: www.noimessaggeroveneto.it/eventi





--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 17 novembre 2017

Fiera del Lavoro ALIG: 300 occupazioni disponibili, ospiti Simona Ventura e Juri Chechi | 25 novembre, Udine

SABATO 25 NOVEMBRE 2017

12^ Fiera del lavoro ALIg: 66 aziende per 300 posti di lavoro

Per la prima volta nel nordest Procter&Gamble e due ospiti d'eccezione

Una giornata a teatro dedicata agli incontri e a momenti di intrattenimento


La fiera del Lavoro FVG batte il proprio record: 66 aziende partecipanti alla ricerca di personale, 1200 persone attese e un totale di circa 300 posti di lavoro disponibili.

Sabato 25 novembre, il Teatro Nuovo Giovanni da Udine torna ad essere la "casa" della Fiera del Lavoro organizzata da ALig (Associazione dei Laureati in Ingegneria Gestionale dell'Università di Udine) nata 12 anni fa con l'obiettivo di far incontrare domanda e offerta e sostenere l'occupazione giovanile. Ogni anno un nuovo primato di numeri ed affluenza sia di studenti e laureati, sia di imprese iscritte che, per partecipare all'evento, devono "mettere sul piatto" da una a più posizioni aperte all'interno dei propri organici.

"L'evento ALig cresce ogni anno e continua ad essere un unicum sia nel panorama regionale sia del nord est. – commenta Marco Sartor, presidente ALig – Quest'anno sfioriamo quota 70 realtà partecipanti, comprovando così valore, qualità e autorevolezza della Fiera del Lavoro del Friuli Venezia Giulia organizzata dalla nostra associazione. Non possiamo che ringraziare la Regione FVG che ci supporta con due fondamentali contributi investendo anche in questo modo nell'occupazione dei nostri giovani e rendendo possibile un'organizzazione ogni anno più strutturata".

I momenti più importanti della giornata
Sabato 25 novembre si inizia ufficialmente alle 13 nel foyer e nelle terrazze delle gallerie del teatro con incontri one to one tra aziende e candidati, con il servizio gratuito di correzione multilingua dei curricula e con il servizio gratuito offerto da un fotografo professionista a disposizione per scattare la foto perfetta per il curriculum.

Alle 16.45 salirà sul palco del Giovanni da Udine Jury Chechi, il "signore degli anelli" italiano, oro olimpico ad Atlanta nel 1996, oggi motivatore in molte aziende. Sarà intervistato dagli studenti dell'ateneo friulano.

Alle 18 si terrà il talk show condotto dal vicedirettore del TG5 Giuseppe De Filippi che ospiterà grandi protagonisti internazionali, italiani e locali del mondo del no-profit con Francesca Moneti (Unicef), Sergio Casartelli (Avis), Marco Lucchini (Banco Alimentare), Massimo Alvaro (Lloyd's Register), Paola Benini (Hattivalab). Sarà un importante occasione di approfondimento dei modelli di business delle imprese no-profit, un tema centrale per milioni di persone che anche nel nostro paese trovano lavoro in questo settore.

Alle 19 il gran finale con Simona Ventura che porterà la propria esperienza di come ha cambiato il modo di fare tv al femminile e di come si è reinventata imprenditrice fondando una web tv.
La giornata si concluderà nel foyer del teatro celebrando le eccellenze del territorio regionale con un aperitivo a base di prodotti friulani della zona di Faedis al costo speciale di 2 euro. Questo momento sarà utile per un'interazione informale tra studenti/laureati, imprese e istituzioni presenti all'evento.

Le aziende
Un nome su tutti: Procter&Gamble's, il colosso multinazionale da 110.000 dipendenti con un portafoglio ampissimo di marchi di largo consumo diffusi in tutto il mondo (Dash, Pantene, Wella, Oral B, Duracell, Gillette, Pringles, ecc) partecipa per la prima volta ad un career day nel nord est del nostro paese con posizioni aperte in tutti i settori in Italia e in Europa per i laureati nelle più diverse discipline.

Gruppo Illiria, azienda italiana di riferimento per la distribuzione automatica con sede a Udine, offrirà il caffè a tutti i partecipanti grazie alla macchina di ultima generazione completamente "touch screen" in cui, per un solo caffè, si può scegliere tutto, dalla misura del contenitore, all'aromatizzazione fino al topping.

Gruppo Autostar farà provare gli ultimi modelli BMW e Mercedes agli aspiranti candidati per liberare un po' di adrenalina tra un colloquio e l'altro.

Tutti i nomi delle aziende partecipanti: ALDI, Alfa Sistemi, AMB, Aussafer due, Automotive Lighting, Magneti Marelli, Autostar, auxiell, Banca Popolare di Cividale, BCC CrediFriuli, Bluenergy, Bosch Freud, BRC, Brovedani, Calligaris, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, CGN, Danieli, Deal, DM Elektron, Electrolux, Ergolines, EURIS, Euronew pubblicità, Eurotech, Fill in the Blanks, Fincantieri, Friul Intagli, Generali, GLP, Gruppo illiria, Humanoid, Ideal Service, il Friuli, innov@ctors, Intertek, KPMG, Lakeside Science&Technology Park GmbH, Lamitex, Lloyd's Register, MEP, Messaggero Veneto, MIB, MM, Procter&Gamble's, Pietro Rosa TBM, Pittini, Pro Consulting, Quin, Regione FVG, Rhoss, Rosa Group, Sacer, Simeon, Sipa, SMS Group, Synthese, Tecnoteca, Telefriuli, TSM, TT Italy, Umana,  Assi.Udine Unipol, Video Systems, Vistra, Wärtsilä.

L'ingresso è gratuito ma l'iscrizione è obbligatoria sul sito www.alig.it


PROGRAMMA
Dalle 13 alle 16:30: seminari, presentazione delle aziende e incontri one-to-one per colloqui e consegna curriculum nel foyer, nelle sale e nelle terrazze delle Gallerie del teatro

Ore 16.45: Jury Chechi è intervistato dagli studenti

Ore 18.00: "No profit: esperienze a confronto": talk Show ALig condotto dal vicedirettore del TG5 Giuseppe De Filippi con Francesca Moneti (Unicef), Sergio Casartelli (Avis), Marco Lucchini (Banco Alimentare), Massimo Alvaro (Lloyd's Register), Paola Benini (Hattivalab).

Ore 19.00: Simona Ventura è intervistata dagli studenti

Ore 20.00: Faedis FVG Expo (aperitivo a base di eccellenze enogastronomiche locali a 2 euro)


Speciale Noi MV
I membri di Noi MV avranno accesso alla Fiera del Lavoro mezzora prima dell'apertura, a partire dalle 12.30 fino ad esaurimento della disponibilità.




Copyright © www.CorrieredelWeb.it

giovedì 16 novembre 2017

Lavoro: Fondo For.Te., al via il roadshow su Formazione 4.0 per affrontare le nuove sfide del mercato

LAVORO: FONDO FOR.TE., AL VIA IL ROADSHOW SU FORMAZIONE 4.0 PER AFFRONTARE LE NUOVE SFIDE DEL MERCATO

  • Inizia oggi, a Milano, il roadshow sulla formazione 4.0 organizzato da For.Te., tra i più importanti Fondi interprofessionali delle imprese del settore terziario. Prossime tappe Bologna e Venezia
  • Obiettivo dell'evento è preparare imprese e lavoratori a rispondere alle nuove sfide del mercato del lavoro alla luce della quarta rivoluzione industriale
  • Da For.Te oltre 500 milioni di euro erogati in formazione per quasi due milioni di lavoratori
Milano, 16 novembre 2017 – Al via oggi a Milano "Fondo For.Te. Roadshow", un'iniziativa dedicata a tutte le imprese italiane che desiderano confrontarsi sul tema della crescita aziendale organizzata da Fondo For.Te., tra i più importanti fondi interprofessionali delle aziende del settore terziario, leader in Italia nella formazione continua di Pmi e grandi industrie.

L'evento, che mescola formazione e intrattenimento, toccherà le principali città italiane: dopo Milano, si sposterà a Bologna, il 23 novembre e a Venezia il 28 novembre. A condurre gli incontri sarà Anthony Smith, business coach e speaker motivazionale per aziende del panorama italiano e internazionale.

L'obiettivo è richiamare l'attenzione di piccole e grandi imprese sull'importanza della formazione continua nella realtà complessa e mutevole della quarta rivoluzione imprenditoriale e offrire strumenti adeguati per rispondere alle nuove sfide del settore. Secondo Fondo For.Te, infatti, il processo verso l'impresa 4.0 sarà governabile solo a partire dalla valorizzazione delle risorse umane delle aziende. In questo contesto, la digitalizzazione consentirà di aumentare la capacità produttiva dei lavoratori dotandoli di adeguate competenze professionali.

"Oggi, la competitività delle aziende si gioca sullo sviluppo del capitale umano", ha dichiarato il Presidente di For.Te. Paolo Arena. "Abbiamo deciso di promuovere questo ciclo di incontri perché riteniamo indispensabile che i lavoratori e il tessuto imprenditoriale italiano si preparino ad affrontare i cambiamenti in atto. "Impresa 4.0" può rivelarsi una grande opportunità per i cittadini se le politiche rivolte agli investimenti innovativi si accompagneranno a politiche di formazione volte a fornire le nuove competenze richieste dal mondo del lavoro". 

Al fine di qualificare l'offerta formativa finanziata, For.Te. ha reso ancora più efficiente il supporto fornito attraverso i finanziamenti, nella consapevolezza che per garantire un'adeguata crescita delle realtà produttive e dei profili professionali ci sia bisogno di una formazione meno tradizionale e sempre più tematizzata, legata a competenze certificabili e a processi di apprendimento nuovi e profondamente ancorati alla creazione di esperienze dirette.

In questo senso l'attività svolta in aula, ad esempio, è affiancata dalla formazione in laboratorio e da metodologie finalizzate a stimolare l'interattività. Sempre di più, inoltre, le aziende scelgono la formazione individuale, attraverso modalità formative quali training on the job, coaching, autoapprendimento assistito e formazione a distanza.

Ad oggi, Fondo For.Te. conta oltre 124 mila aziende aderenti per 1 milione e trecentomila lavoratori e ha erogato finanziamenti per più di 500 milioni di euro, ai quali hanno corrisposto, in termini di co-finanziamento da parte delle imprese beneficiarie, oltre 400 milioni di euro. Attraverso i finanziamenti concessi nei soli Avvisi pubblici emanati da Forte, sono stati formati quasi 2 mila lavoratori di oltre 60 mila aziende, erogate più di 3,5 milioni di ore di didattica, per un totale di 24 milioni di ore per allievo. For.Te., ha messo annualmente a disposizione delle imprese aderenti una percentuale di risorse oscillanti tra il 92,65% ed il 94,66% sul totale dei bilanci d'esercizio.


Copyright © www.CorrieredelWeb.it

Lavoro. Next Energy: raccolte cento candidature da tutta Italia per la Call for Talents

Next Energy: raccolte 100 candidature da tutta Italia per la Call for Talents.

C'è tempo fino al 22 novembre per iscriversi alla Call for Ideas e alla Call for Growth.   


·         Il 48% dei giovani che ha risposto alla Call for Talents proviene dal Nord Italia. Centro e Sud a pari merito con il 26%
·         Innovatori e startupper hanno tempo fino al 22 novembre per candidarsi alla Call for Ideas e alla Call for Growth

Roma, 16 novembre 2017 – Sono 100 le candidature raccolte da Next Energy per la Call for Talents, il bando che dà a 10 neolaureati con meno di 28 anni la possibilità di svolgere uno stage in Terna. 
La Call, riservata ai giovani che hanno conseguito con il massimo dei voti una laurea in Ingegneria Elettrica, Elettronica, Energetica, Gestionale o Meccanica, si è chiusa lo scorso 8 novembre.
Next Energy è l'iniziativa promossa da Terna e Fondazione Cariplo, realizzata da Cariplo Factory, che dopo il grande successo ottenuto nel 2016 rinnova quest'anno la sfida ai giovani talenti italiani dell'energia. L'idea di Next Energy nasce, infatti, per valorizzare e sostenere la crescita di idee e progetti innovativi, creando occupazione nel settore elettrico.
Fra le candidature presentate sono più di 50 quelle che soddisfano i massimi requisiti richiesti, con un 25% di candidate donne. I giovani che hanno risposto alla Call for Talents provengono principalmente dal Nord Italia (48%), seguono Centro e Sud (entrambi con il 26% delle application). In particolare, le Università da cui è arrivato il maggior numero di candidature sono il Politecnico di Torino (11), il Politecnico di Bari (7) e La Sapienza di Roma (5).
Ora c'è tempo fino al 22 novembre per innovatori e startupper che vorranno iscriversi alla Call for Ideas e alla Call for Growth per entrare a far parte di un progetto concreto, coerente con il ruolo di un grande Gruppo infrastrutturale e strategico per il Paese qual è Terna.
La Call for Ideas selezionerà 10 progetti innovativi o startup (TRL, Technology Readiness Level, compreso tra 2 e 4) che avranno accesso a un programma di empowerment imprenditoriale e di accelerazione della durata di 3 mesi. Al termine del programma, la giuria selezionerà il progetto con il maggiore potenziale cui andrà un voucher del valore di 50 mila euro spendibile in ulteriori servizi finalizzati allo sviluppo imprenditoriale del progetto.
La Call for Growh, infine, selezionerà fino a 5 startup (TRL, Technology Readiness Level, compreso tra 5 e 8) che accederanno a growITup, la piattaforma di open innovation creata da Cariplo Factory per favorire collaborazioni mirate tra aziende e innovatori.

Per scoprire ulteriori dettagli e modalità di partecipazione a Next Energy visita nextenergy.cariplofactory.it.



Formazione. Università di Udine, il 25% dei brevetti depositati con GLP ha avuto uno sfruttamento economico

Risultati immagini per Università di Udine,

Università di Udine, il 25% dei brevetti depositati con GLP ha avuto uno sfruttamento economico

Dal metodo per l'identificazione del batterio della listeriosi fino all'uovo vegano, la collaborazione tra lo studio friulano e l'Ateneo ha favorito il trasferimento tecnologico. 

«La tutela della proprietà intellettuale alimenta l'innovazione e lo sviluppo», dice GLP.

Uno su quattro. Degli oltre 50 brevetti che l'Università di Udine ha depositato insieme con lo studio GLP, ben 13 hanno avuto uno sfruttamento economico. Il merito? Tutto nella mentalità volta alla ricerca, all'invenzione e alla sua tutela. 

La collaborazione tra l'Ateneo udinese e lo studio GLP - anch'esso di Udine ma con alle spalle 50 anni di esperienza a livello internazionale nell'ambito della tutela della proprietà intellettuale - ha dato frutti concreti: dal primo brevetto depositato nel 1996 riguardante un metodo per l'identificazione rapida e precisa del batterio che provoca la listeriosi fino all'ultimo - l'uovo vegano - di alcune settimane fa, la capacità di promuovere l'innovazione nell'Università friulana si è evoluta nella convinzione che non sia sufficiente esprimere un'idea innovativa, occorre creare valore aggiunto attraverso la sua tutela.

«Parlare di innovazione non è solamente stimolare le idee e la ricerca, ma fare in modo che queste possano essere elemento di traino per uno sviluppo. Sono elementi che l'Università di Udine ha fatto propri e sostiene», osserva Davide Petraz, managing partner di GLP, studio con sedi a Udine, Milano, Perugia, San Marino e Zurigo, più di 70 dipendenti, oltre 7mila clienti e più di 100mila casi trattati.

Dei 52 brevetti che l'Università di Udine ha depositato avvalendosi dei servizi professionali di GLP solamente cinque sono stati abbandonati prima di giungere a concessione; 13 sono o sono stati oggetto di sfruttamento economico attraverso contratti di licenza (11) o cessione (2); 15 hanno  titoli ancora attivi. 

Al momento sono nove i brevetti disponibili per le licenze e spaziano da un innovativo impianto di condizionamento alle apparecchiature di controllo termico, da un prodotto in grado di eliminare i cattivi odori dei rifiuti a uno pensato per migliorare il processo di compostaggio, per arrivare all'uovo vegano.

E proprio il caso di quest'ultimo diventa quasi esemplare. Continua Petraz: «Al di là dell'entusiasmo che si è creato attorno all'idea e alla sua concretizzazione, e che è diventato il brevetto numero 100 dell'Università di Udine, è il risultato di una particolare intuizione, in un ambito decisamente in crescita». 

Quando si parla di cibo, l'Italia spicca a livello mondiale: è il decimo Paese al mondo per invenzioni alimentari (PCT 2014), inoltre il mercato vegan è in rapida affermazione. Solamente guardando al mercato cinese e americano, una ricerca Euromonitor International ha descritto una crescita a doppia cifra entro il 2020.

In quest'ottica, se l'obiettivo è favorire lo sviluppo, l'innovazione è la strada da percorrere. «Da sempre ci affianchiamo alle aziende e agli enti di ricerca nel percorso che porta alla tutela brevettuale», conclude Petraz. «Custodire il proprio patrimonio intellettuale non è solamente definire ed esprimere al meglio l'idea innovativa e supportare e incentivare l'innovazione, gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, ma soprattutto è creare valore aggiunto. Un valore che troppo spesso è sconosciuto o sottovalutato, e che è difficile da generare senza una consulenza professionale».

GLP - Fondata da Gilberto Luigi Petraz nel 1967 a Udine e gestita oggi dai figli Davide e Daniele, GLP è tra le prime cinque aziende italiane nel settore della tutela della proprietà intellettuale. Con sedi Udine, Milano, Perugia, San Marino e Zurigo, conta più di 70 dipendenti, un portafoglio di oltre 7mila clienti con all'attivo più di 100mila casi trattati a livello nazionale e internazionale. Dal 2003 al 2007 ha detenuto il primato mondiale per numero di Modelli Comunitari depositati; un suo brevetto è stato preso a modello dall'EPO (Ufficio Brevetti Europeo) quale esempio di brevetto ben scritto. GLP ritiene la proprietà intellettuale uno strumento fondamentale per la crescita e lo sviluppo di un sistema economico prima, e di un sistema Paese poi. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Formazione: Notai, a Catania convegno nazionale su nuove funzioni della professione

Risultati immagini per Formazione, Notai,
Sabato 18 novembre, ore 9.30 – 18.00, Grand Hotel Baia Verde (Acicastello, CT)

"LE NUOVE FUNZIONI DEL NOTAIO NELLA SOCIETÀ CHE CAMBIA"

Convegno nazionale organizzato dai Consigli di Catania e Caltagirone, e di Messina

CATANIA – "Le nuove funzioni del Notaio nella società che cambia": è questo il fulcro tematico del convegno che si svolgerà sabato 18 novembre, nella sala congressi del Grand Hotel Baia Verde (Acicastello) a partire dalle 9.30

Un evento di respiro nazionale, organizzato dai Consigli Notarili di Catania e Caltagirone, e di Messina, che si svilupperà in due sessioni, mattutina e pomeridiana.

«Saranno approfonditi argomenti che riguardano l'attualità degli studi professionali – spiega il presidente dei Notai etnei Giuseppe Balestrazzi – la gestione dei conti correnti, la riforma del terzo settore, il ruolo della comunicazione, le sfide della concorrenza, nonché discipline a carattere tecnico. Interverranno numerosi colleghi, provenienti da diverse parti d'Italia, in qualità esperti in materia e di componenti delle Commissioni del Consiglio nazionale del Notariato».

I lavori saranno presieduti dal docente ordinario di Diritto Civile presso l'Università di Catania Giovanni di Rosa. Prenderanno parte al tavolo dei relatori i notai Melchiorre Macrì Pellizzeri, Gianluca Abbate, Carlo Saggio, Giovanni Liotta, Raffaele Trabace; il direttore della comunicazione del Notariato Massimiliano Levi; il dottore commercialista Nicola Forte; e l'avvocato Anselmo Barone.




--

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *